martedì 1 aprile 2014

AVVINTO AL SUO DESTINO

Tu scrigno, tu fautore di sogni,
tu mutevole, tu sorprendente,
tu mistico, tu naturale,
tu carezzevole, tu afrodisiaco
tu veemenza, tu stupore
tu avvenire, tu passato
ma...
non hai voce se non quella,
del fruscio del vento fra le  foglie
quando, in vortice, inizia
nel tuo seno la sua danza
e lei, per questo, diviene
la tua anima e la tua voce.
Però tu,
con studiata nonchalance
offri volto novello,
ad ogni stagione,
e sei, come edera,
avvinto al suo destino.















Foto: Le stagioni nel giardino

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page