venerdì 6 aprile 2018

FIGURINA SMARRITA...

Grigia nebbia adombra ed il mare
identico colore prende mentre,
cresta d'onda, di bianca spuma

dipinta, lassa  sfalda
su battigia invernale.
Passo lento e greve
di figurina smarrita
fra rimasugli di vuote conchiglie
manda i pensieri a briglia sciolta
e  verga orme ed ore di poesie
fantasiose e leggere come code
fluttuanti di  stelle comete.












Foto: rosa "Albertine"







sabato 24 marzo 2018

IN UN FRAMMENTO DEL TEMPO

 Accende un canto il moto dell'anima.
In candida forma s'inabissa il pensiero
mentre sul sentiero il passo sfiorato
da sentinelle solerti icone urticanti
di virtù strabordanti, allerta l'essere
che inciampa ma strabilia come
bimba innocente dinanzi a guscio
che lanuginosa informe sagoma rompe
mentre stella  illumina d'incanto
il prodigio di un progetto sospeso
in un frammento del tempo.





















































Foto: rosa "Charles de Mills

sabato 17 marzo 2018

DOLCE VITA FINITA, SVANITA MA...

Altrove generata
un'anima  la  prese
per mano e la condusse
abbacinata di luce e calore
sulla strada dell'amore.
Cantico di poesia
s'alzò
oltre la cortina
a celare il misero
che più non le
apparteneva.
Una storia anch'ella
aveva da raccontare,
un mito o una fiaba
tutta da scoprire;
in occhi smaglianti
come verdi smeraldi
lesse d'un fiato
la bellezza del creato
che solenne intorno
le cingeva d'arabeschi
la mente.
Dolce vita finita
svanita ma nell'antro
dei ricordi tu rindondi
come pura acqua
di fonte di beatitudine
infinita come l'universo
che la  sovrasta e la circonda.






















Foto: rosa "Claire Matin"

martedì 13 marzo 2018

SUL CRINALE

Come valle di rose i ricordi
or pungenti, or profumati
mi corrono incontro e
avvolgendomi di amore nostalgico
sorreggono la depredata vita.
Ancestrale bisogno dell'anima
lacrime che a frotte corrono
a bagnare il volto invecchiato,
sciupato.  Maschera lacerata
alla ricerca della perduta
sua amata forma si confonde
come goccia di pioggia
nel mare infinito di petali
caduti a formare soffice tappeto
a passi incerti sul crinale
dello spoglio divenire.





















































































































Foto: rosa  "Costance Spry"


sabato 3 marzo 2018

NULLITA'

 Nullità che ridi,
che piangi o ti disperi
non pensare;
attraversa il tempo
leggera,
come nube d'aprile ,
sul fare della sera.


































Foto: Buddleja Davidii